Auchan abbandona la Campania, chiude il centro di Via Argine.

2703

In questi giorni abbiamo seguito la vicenda della chiusura dell’Auchan di Via Argine, ci sembrava giusto supportare la causa dei lavoratori coinvolti con tutti gli strumenti a nostra disposizione.

La multinazionale francese in maniera assolutamente unilaterale ha deciso di abbandonare una Regione già martoriata da povertà e disoccupazione come la Campania iniziando dal punto vendita di Napoli Est.
Su oltre cento lavoratori è minima la percentuale di riassorbimento dei licenziati da parte di chi acquisirà l’ipermercato all’interno del parco commerciale, pare che la società interessata sia quella del “Sole 365”.

Non c’è alcuna prospettiva di salvataggio dell’azienda da parte dell’amministratore delegato di Auchan Italia Americo Ribeiro, ed in questo caso, nonostante la proclamazione di uno sciopero regionale, anche i sindacati confederali (UIL e CGIL) non sembrano avere le idee chiare vista la poca concretezza rispetto alle proposte che si stanno portando ai tavoli di trattativa.

A supporto della vicenda però si sono mobilitati davvero in tanti.
I lavoratori di tutti gli ipermercati della Campania durante i giorni di sciopero si sono incontrati davanti le porte dell’edificio di via Argine con dei simbolici “cappi al collo” e buttando per terra, in segno di protesta, le divise da lavoro che sono stati costretti a portare negli ultimi anni del loro servizio.

Una protesta pacifica che per più giorni ha visto i lavoratori protagonisti dell’occupazione degli uffici della direzione.

Presenti alla manifestazione anche i parlamentari del Movimento 5 Stelle Andrea Caso e Sergio Vaccaro, uno di loro (Sergio Vaccaro) è stato anche un ex-collega dei lavoratori Auchan, e una delegazione di Mutuo Soccorso Napoli.
Il supporto da parte di questa parte politica e istituzionale è “portare solidarietà in prima persona a coloro che stanno vivendo questo dramma, qui come a Catania dove è in atto lo stesso processo di chiusura. Siamo a fianco degli operai ma soprattutto attendiamo risposta dal tavolo di audizione che ci sarà questa settimana e che avrà in oggetto la questione di Auchan, dove prenderanno parte i sindacati, la parte politica e i lavoratori.” dichiara Andrea Caso, deputato alla Camera.
Sul rapporto inedito tra i sindacati confederali e il M5S Sergio Vaccaro, senatore della Repubblica, dichiara: “Ben vengano tutte le forze politiche e sindacali che aiuteranno ad affrontare questo problema che riguarderà a breve tutto il territorio nazionale.”

Una situazione drammatica che dopo la riforma del lavoro targata Matteo Renzi sembra essere ancora più difficile risolvere e tamponare con i nuovi ammortizzatori sociali, che, spesso e volentieri, hanno una breve durata e una minima efficacia.